Emis Killa pubblica in freedownload “Keta Music Vol.2” e il video di “Lo sanno i veri (intro) + C’era una volta”

Dopo averlo annunciato nelle scorse settimane e dopo aver snocciolato la tracklist ufficiale video per video, Emis Killa pubblicaKeta Music Volume 2″, il secondo capitolo di “Keta Music” uscito nel 2009. Un mixtape in freedownload “Se non fosse così non sarebbe #KetaMusic2” dove il rapper di Vimercate mette al centro di tutto il progetto solo l’essenziale: la Musica, “Niente Instore. Niente promo. Solo musica.”, un ritorno alle origini “la verità è che amo l’hip hop, non ti permettere a dire il contrario perché ora mi vedi al top” con tanti ospiti al mic dai “colleghi” della Blocco Records, Guè Pequeno, Vacca, Jamil, Gemitaiz, Madman, Bassi Maestro, Jake La Furia, Maruego, Luchè, Clementino. Per le produzioni, Emis Killa com’era auspicabile, ha utilizzato tutte basi inedite al contrario del primo Keta Music, prodotte dai vari: 2nd Roof, Big Joe, Small White, Zef, Pk, Ice, Sick Luke, Fritz Da Cat, Don Joe e Mondo Marcio.

In questi giorni oltre all’album in freedownload su www.emiskilla.comfuori anche il video di “Lo sanno i veri (intro) + C’era una volta” prod. rispettivamente da Ice e Big Joe. Video che mette anch’esso luce sull’essenza di “Keta Music Vol.2”, come ci spiega lo stesso Emis:

Emis Killa Keta Music vol.2

“…È a tutti gli effetti un mixtape, ad eccezione del fatto che non contiene basi americane (come nel primo volume) per via della mia popolarità ad oggi, non posso più usare basi edite poichè rischierei fastidi legali a differenza di qualche anno fa. 

Contiene tanti featuring proprio perchè essendo un tape ho voluto creare l’effetto ballotta, ho chiamato alcuni tra i rapper che più mi piacciono nel 2015 col solo fine di divertirmi e dire tutto quello che mi andava senza la necessità di un riscontro radiofonico. Ho voluto dar vita a questo nuovo progetto perchè ne sentivo il bisogno, in questo momento particolare della mia carriera. Non era ancora il momento di costruire un nuovo album, dovevo prima mettere un po di ordine nella mia testa e tra i miei fan. La musica è al primo posto nella mia vita, avrei tranquillamente potuto vendervelo come un disco ma non ne ho interesse, preferisco che arrivi a tutti senza nessun tipo di vincolo, soldi compresi. Non faró quindi instore, e non mi aspetto di farci un tour negli stadi, è semplicemente una compilation di pura energia e voglia di svago. Non aspettatevi keta music 1, non lo è, nessun disco lo sarà mai, come voi non sarete mai quelli che eravate nel 2009, godetevi semplicemente il viaggio, il biglietto a sto giro è gratis.
Per concludere, l’unica censura di questo progetto l’ho messa alla mia faccia in copertina, proprio perchè gli si è data troppa importanza ultimamente, e si sa che la cosa non mi rende orgoglioso, quindi niente foto da belloccio, solo R.A.P.
Chi ne ha il coraggio mi segua, per chi invece si ferma qui..è stato bello.

Emis Killa”

@antoniocalcagno

Tags:

About Antonio Calcagno